Petit Grain di Melangolo

Citrus aurantium ssp. amara (folia)

Originario dell'Asia, il melangolo o "arancio amaro" (Citrus aurantium ssp.amara (folia)) è un albero della famiglia delle Rutacee dai rami spinosi e a foglie alterne, persistenti e coriacee, di un verde brillante.

  • Bagno

  • Applicazione cutanea, massaggio

  • Via orale

  • Via respiratorie, diffusione

L'olio essenziale di petit grain di melangolo può essere impiegato per far addormentare i bambini. Bisogna evitare di utilizzarlo sulla pelle prima di esporsi al sole poiché è fototossico.

Non usare: nelle donne in gravidanza o che allattano, nei bambini di età inferiore ai tre anni, nei soggetti allergici a uno dei componenti (limonene, linalolo), nei soggetti asmatici, durante il primo utilizzo, senza il parere di un allergologo.

Incubi del bambino (bambini a partire dai 3 anni)
Applicare 1 goccia di olio essenziale di petit grain di melangolo e 1 goccia di olio essenziale di lavanda vera mescolate a 2 gocce di olio vegetale sul plesso solare e sulla pianta dei piedi, massaggiando, la sera al momento di coricarsi per 1 settimana.

Squilibri nervosi (bambini a partire dai 3 anni)
Depositare 1 goccia di olio essenziale di petit grain di melangolo sul lato interno dei polsi del bambino e farlo respirare profondamente.

Pelle devitalizzata
Versare 1 goccia di olio essenziale di petit grain di melangolo nella dose della crema giorno.

Pelle grassa
3 gocce di olio essenziale di cisto, 10 gocce di olio essenziale di geranio, 10 gocce di olio essenziale di petit grain di melangolo, 20 gocce di olio vegetale di jojoba. Applicare la miscela tutte le mattine.

Stress, angoscia, ansia
Mescolare 10-15 gocce di olio essenziale di petit grain di melangolo in 1 cucchiaio di latte in polvere o di base neutra. Versare questa miscela nell'acqua calda del bagno (almeno 37°C).

Prendere 2 gocce di olio essenziale di petit grain di melangolo su una compressa neutra, uno zuccherino o del miele 3 volte al giorno.

I suoi frutti, melangoli o anche "arance amare", non sono adatti al consumo, più piccoli delle arance dolci, dalla buccia spessa rugosa e dalla polpa acre e acida.

Il melangolo, come molti alberi da frutto orientali, fu portato nelle loro rispettive patrie dai soldati di Alessandro e, quindici secoli più tardi, reintrodotto dai crociati in un Occidente che l'aveva dimenticato. Il suo frutto, l'arancia amara che all'epoca veniva chiamata "mela meda", era conosciuto dagli antichi prima ancora di essere coltivato. Elogiavano a ragione la sua scorza che utilizzavano come tonico digestivo che precedeva i loro festini indigesti e proteggevano contro i postumi. Il greco Teofrasto, padre fondatore della botanica come autore delle Ricerche sulle piante e cause delle piante, menzionava questo frutto elogiandolo dal IV secolo a.C. Sei secoli più tardi Galieno, medico dell'imperatore Commodo, lo prescriveva per curare un gran numero di malati. Si utilizza in due forme in medicina tradizionale cinese per trattare i disturbi digestivi e cardiaci: lo zhi shi (frutto verde) e lo zhi kiao (scorza). Coniugando dolcezza e asprezza, questo frutto squisito e paradossale non poteva che ispirare i poeti. Anche Aragone ha cantato il suo "cupo amore di arancio amaro".

ERBARIO AROMATICO & RICETTE

Tutte le piante dalla A alla Z o come utilizzare gli oli essenziali con molti suggerimenti e ricette.

Scoprire

Accetto

Proseguendo la navigazione su questo sito, l'utente accetta l'utilizzo di cookies o altri traccianti allo scopo di realizzare statistiche di visita e ottimizzare la funzionalità del sito. Per saperne di più e configurare i traccianti.

Poiché il sito Internet è essenzialmente destinato ad essere ricevuto sul territorio (italiano), il sito e il suo utilizzo sono disciplinati dalla legislazione italiana, conformemente alle disposizioni riportate sulle (CGU)