Ginepro

Juniperus communis

Originario della Slovenia e di Creta, il ginepro (Juniperus communis) è un arbusto della famiglia delle Cupressacee alto da 4 a 6 metri. Le sue foglie sono pungenti e produce coni femmina che giungono a maturità in due anni e sono chiamati "bacche di ginepro".

  • Bagno

  • Applicazione cutanea, massaggio

  • Via orale

  • Via respiratorie, diffusione

Sulla pelle l'olio essenziale di ginepro deve essere applicato diluito.

Non usare: nelle donne in gravidanza o che allattano, nei bambini di età inferiore ai sette anni, nei soggetti allergici a uno dei componenti (limonene), nei soggetti asmatici, durante il primo utilizzo, senza il parere di un allergologo, nelle persone affette da una lesione neoplastica ormono-dipendente (seno, ovaio, utero, prostata), in maniera prolungata nelle persone con problemi renali.

Cellulite
Versare 4 gocce di olio essenziale di ginepro diluite in un cucchiaino di olio vegetale di acini d'uva e massaggiare con decisione le zone interessate (dal basso verso l'alto).

Mescolare 10-20 gocce di olio essenziale di ginepro a 1 tappo di base neutra per bagno o latte. Versare nell'acqua del bagno e massaggiare le zone interessate.

Esistono molte congetture sull'origine della parola Juniperus, ma si sa senza ombra di dubbio che le piccole bacche nere del ginepro sono comparse molto presto nella storia dell'uomo. Nel 1932, è stato scoperto a Malia (Creta) un bruciaprofumo di un millennio Avanti Cristo che ne conteneva dei frammenti. Il legno di ginepro, ritenuto imputrescibile, fu scelto per intagliare le travi del tempio di Artemide ad Efeso, una delle meraviglie del mondo. I romani lo bruciavano nelle strade durante le epidemie e lo appendevano sulle porte per tenere lontani i serpenti. I greci ne facevano dono alle temibili Erinni, dee della veggenza, per conciliarsele. Negli anni '70 i cretesi attribuivano la loro fecondità all'olio di ginepro che ottenevano interrando un alambicco rustico al di sopra del quale bruciava un grande fuoco che durava tre giorni. In Germania i semi di ginepro non sono usati solo nei crauti. Una "dieta salutare" del celebre abate Kneipp consiglia di mangiarli per 23 giorni di seguito per stare bene.

ERBARIO AROMATICO & RICETTE

Tutte le piante dalla A alla Z o come utilizzare gli oli essenziali con molti suggerimenti e ricette.

Scoprire

Accetto

Proseguendo la navigazione su questo sito, l'utente accetta l'utilizzo di cookies o altri traccianti allo scopo di realizzare statistiche di visita e ottimizzare la funzionalità del sito. Per saperne di più e configurare i traccianti.

Poiché il sito Internet è essenzialmente destinato ad essere ricevuto sul territorio (italiano), il sito e il suo utilizzo sono disciplinati dalla legislazione italiana, conformemente alle disposizioni riportate sulle (CGU)