Geranio odorante (o geranio rosato)

Pelargonium x asperum cv. Egypte

Il geranio odorante, detto anche geranio rosato (Pelargonium x asperum cv. Egypte), è un sottoarbusto della famiglia delle Geraniacee, originario dell'Africa australe.

  • Bagno

  • Applicazione cutanea, massaggio

  • Via orale

  • Via respiratorie, diffusione

L'assunzione di olio essenziale di geranio rosato non sostituisce un trattamento antidiabetico. Quest'ultimo non va modificato in nessun caso.

Non usare: nelle donne in gravidanza o che allattano, nei bambini di età inferiore ai sei anni (chetoni), nei soggetti epilettici (chetoni), nei soggetti allergici a uno dei componenti (citronellolo, geraniolo, linalolo), nei soggetti asmatici, durante il primo utilizzo, senza il parere di un allergologo.

Anti-smagliature
50 gocce di olio essenziale di geranio rosato, 150 ml di olio di borragine. Mescolare gli oli e applicare sulle zone interessate massaggiando delicatamente.

Anti-età
Mescolare tutte le sere 1 goccia di olio essenziale di geranio rosato alla dose di crema notte abituale.

Dimagrimento
10 gocce di olio essenziale di geranio rosato, 30 gocce di olio vegetale di macadamia. Massaggiare le zone interessate con 5 gocce di miscela 1 o 2 volte al giorno. 

Micosi
2 gocce di olio essenziale di geranio rosato per 20 gocce di olio vegetale di mandorla dolce. Applicare massaggiando sulla zona interessata.

Le sue lunghe foglie verdi con tre lobi dalle nervature rossastre sono molto dentellate e lanuginose. Le gemme sono rosate; i fiorellini, bianchi e porpora, hanno cinque petali, due dei quali striati di rosso. Poche piante sono tanto diffuse e universalmente ammirate come il geranio, del quale si coltivano un centinaio di specie, tutte profumate ma dai profumi molto diversi, che permettono di raccogliere foglie e fiori tutto l'anno. Il geranio nelle campagne viene chiamato erba di Ronbert, forchetta del diavolo o becco di gru. Quest'ultimo nomignolo richiama la forma del frutto che somiglia a un lungo becco affilato da cui derivano i suoi nomi scientifici: pelargonium viene dal greco pelargos (cigogna) e geranium da geranos (gru). Nel mondo antico esisteva allo stato selvatico, ma è stato coltivato solo dopo il suo arrivo in Europa alla fine del XVII secolo. All'inizio è stato impiantato nell'isola di Bourbon, l'attuale Réunion. Come pianta medicinale il geranio curava l'oftalmia, le montate eccessive di latte, il gonfiore della gola dovuto all'infiammazione delle tonsille e la violenta angina definita spossante. In profumeria il geranio odorante è utilizzato in alcune formule famose: "Jazz" di Yves Saint Laurent, "Brut" di Fabergé, "Calèche" di Hermès e "Égoïste" di Chanel.

ERBARIO AROMATICO & RICETTE

Tutte le piante dalla A alla Z o come utilizzare gli oli essenziali con molti suggerimenti e ricette.

Scoprire

Accetto

Proseguendo la navigazione su questo sito, l'utente accetta l'utilizzo di cookies o altri traccianti allo scopo di realizzare statistiche di visita e ottimizzare la funzionalità del sito. Per saperne di più e configurare i traccianti.

Poiché il sito Internet è essenzialmente destinato ad essere ricevuto sul territorio (italiano), il sito e il suo utilizzo sono disciplinati dalla legislazione italiana, conformemente alle disposizioni riportate sulle (CGU)